TRIBUNALE ECCLESIASTICO
DIOCESANO

Arcidiocesi Trani - Barletta -  Bisceglie
Tribunale Ecclesiastico Diocesano

1. Profilo

«Il Tribunale Ecclesiastico Diocesano è l’organismo attraverso cui l’Arcivescovo assolve alle questioni che esigono l’esercizio della potestà giudiziaria, ossia l’analisi, la decisione e i provvedimenti resi necessari di fronte a questioni che esigono un processo» (Statuto della Curia Diocesana, art. 33 § 1, p. 27). A norma del Codice di Diritto Canonico, è tribunale di prima istanza per tutte le cause non escluse espressamente dal diritto. In ciascuna diocesi, giudice di prima istanza è il Vescovo diocesano, che può esercitare la potestà giudiziaria personalmente o tramite altri, secondo i canoni che seguono (can. 1419).

Tutti i Vescovi diocesani sono tenuti a costituire un Vicario giudiziale con potestà ordinaria per giudicare, distinto dal Vicario generale a meno che l'esiguità della diocesi o lo scarso numero di cause non suggerisca altrimenti. Il Vicario giudiziale forma un unico tribunale con il Vescovo, ma non può giudicare le cause che il Vescovo riserva a sé (can. 1420).Sempre su nomina vescovile appartengono, altresì, all’organico del Tribunale il Promotore di Giustizia (can. 1430); il Difensore del Vincolo (can. 1432), entrambi con funzioni di tutela dell’interesse pubblico, al pari del pubblico ministero nell’Ordinamento statale; ed infine il Notaio (can. 1437).

2. Competenza e finalità

La competenza giurisdizionale del Tribunale Ecclesiastico Diocesano si estende a tutte le materie previste dal diritto universale, ad esclusione delle cause di dichiarazione di nullità matrimoniale di competenza del Tribunale Ecclesiastico Regionale Pugliese (cfr. Statuto della Curia Diocesana, art. 34, p. 28).

Facendo seguito alla riforma sui processi di nullità matrimoniale voluta dal Santo Padre con la promulgazione delle nuove Norme in forma di Motu Proprio Mitis Iudex Dominus Iesus dell’8 settembre 2015 ed entrate in vigore l’8 dicembre u.s., ed a quanto previsto dalla Costituzione 66 del 1° Sinodo diocesano, nella nostra Diocesi l’Arcivescovo, nell'ambito del Tribunale Ecclesiastico Diocesano, che collabora con la Pastorale familiare, ha istituito con Decreto Arcivescovile (Prot. n. 2602/16) il "Servizio diocesano per l’accoglienza dei fedeli separati", coordinato da un Responsabile, nella persona del Vicario Giudiziale, e composto da persone competenti in materia giuridico-canonica e in pastorale familiare, che come espressione della cura del Vescovo (cfr. can. 383 § 1 del CIC) svolgono un’attività permanente di consulenza (gratuita) ed ascolto, garantendo e consentendo ai fedeli una maggiore prossimità tra il Vescovo e coloro i quali, feriti da un matrimonio fallito, presentano richiesta perché si raggiunga la certezza morale necessaria per dichiarare la nullità del matrimonio contratto.

Per poter usufruire della consulenza si chiede la gentilezza di fissare un appuntamento o via mail (inserendo dati personali, città ed un recapito telefonico) o previa chiamata al Responsabile del suddetto Servizio, che ha sede presso l’Ufficio del Tribunale Ecclesiastico Diocesano. Il Responsabile si occuperà di contattare il Consulente per fissare l’incontro nel luogo più vicino al Richiedente.

3. Composizione

Con Decreto Arcivescovile del 2 febbraio 2016 (Prot. n. 2550/16) la composizione attuale del Tribunale Ecclesiastico Diocesano è la seguente:

Vicario Giudiziale
Sac. Emanuele Tupputi

Promotore di Giustizia
Mons. Filippo Salvo

Difensore del Vincolo
Sac. Gaetano Corvasce

Notai
Diac. Ruggiero Gorgoglione
Dott. Liborio Tridente

4. Sede, apertura e contatti per i fedeli

Tribunale Ecclesiastico Diocesano
Via Beltrani, 9 - 76125  Trani

Servizio diocesano per l’accoglienza dei fedeli separati
Via Beltrani, 9 - 76125  Trani

Apertura
Ogni giovedì dalle ore 9.30 alle ore 12.00

Contatti
Tel. 0883/494230 (attivo solo il giovedì) - Fax 0883/494248

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

***

Il Vicario Giudiziale è disponibile  ogni giovedì dalle ore 9.30 alle ore 12.00, presso la sede del Servizio Diocesano per l’accoglienza dei fedeli separati sito in Via Beltrani, 9 - per qualunque tipo d’informazione e per attività di consulenza che accerti o meno i motivi giuridici alla base di una eventuale nullità matrimoniale.