MISERICORDIA E GIUSTIZIA. UNA CHIESA IN CAMMINO: PERCORSO DI DISCERNIMENTO IN FORO INTERNO

 Sussidio

PRESENTAZIONE AL TESTO DI S.E. Mons. Leonardo D’ASCESNZO

L’opuscolo “Misericordia e giustizia. Una Chiesa in cammino: percorso di discernimento in foro interno” «[…] si muove dal desiderio di prendersi cura dei fedeli che, all’interno del proprio matrimonio, hanno vissuto la ferita della separazione coniugale. […] un prezioso strumento pastorale che si presenta duttile, curato nella veste tipografica e di facile lettura, ma anche scientificamente ben documentato, come attesta l’ampia bibliografia e le corpose e opportune note da non trascurare. Inoltre, il testo ha il pregio di fornire in poche pagine i passi essenziali per attivare un percorso di discernimento e accompagnamento personale e ecclesiale mettendo in pratica le indicazioni del magistero e in particolare di Amoris Letitia.

L’agile e chiaro sussidio di don Emanuele è stato pensato per aiutare “le coscienze dei fedeli, che vivono situazioni coniugali difficili, complesse e “irregolari”, ad affrontare e a valutare la propria storia alla luce del bene possibile e secondo il grado di responsabilità, al fine di una maggiore integrazione nella comunità cristiana”.

[…] il presente volumetto si articola in tre tappe (1. Accoglienza ed ascolto del fedele, 2. Discernimento, 3. Integrazione) per ognuna delle quali è riportato un atteggiamento da privilegiare, un riferimento ad Amoris Laetitia, riferimenti biblici ed una traccia per il dialogo.

[…] L’opuscolo si conclude con due allegati molto utili alle coppie e ai parroci perché offrono da una parte, una spiegazione sulla situazione attuale dei divorziati risposati alla luce della Esortazione apostolica Amoris Laetitia e del can. 915 del Codice di Diritto Canonico; dall’altra, l’illustrazione di cosa si intenda per matrimonio tra battezzati “non credenti” e sul rapporto di reciprocità che vi è tra fede e sacramenti.

[…] questo testo ci sprona a divenire compagni di viaggio verso quei fedeli più fragili, segnati dall’amore ferito e smarrito, sull’esempio del Divino viandante di Emmaus (Lc 24,13-35). E al tempo stesso ci esorta, [… ], a divenire esperti di prossimità cordiale, sapiente, senza pregiudizi nel sostare al pozzo e “dialogare con chi ha fatto i conti con il dolore, con il fallimento di un rapporto importante, con chi ha ancora voglia di immergersi nel dinamismo della grazia”» (S.E. Mons. Leonardo D’Ascenzo, Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie).

RECENSIONI

Aiutare a dissotterrare Dio in noi e fra noi, di don Vincenzo Dipilato 

Amoris Laetitia: discernimento in foro interno, di don Michele Sciotti

Accompagnare i fedeli separati. Vademecum per i sacerdoti alla luce dell’Amoris laetitia, di p. Lorenzo Lorusso

Misericordia e giustizia, di p. Alberto Vernaschi

Una Chiesa in cammino: percorso di discernimento in foro interno, di don Cosimo Delcuratolo

Accompagnatori pazienti e misericordiosi dei fedeli separati, di don Francesco Dell’Orco

Il matrimonio tra misericordia e diritto, di mons. Filippo Salvo

Divorziati risposati. La proposta di Trani, del dott. Luciano Moia

Saper riconoscere le tracce dell’azione di Dio, di don Leonardo Catalano