Menu

Archivi della categoria: News in Evidenza

CORSO DI AGGIORNAMENTO DEI DOCENTI DI RELIGIONE CATTOLICA

Mercoledì 25 maggio, dalle 16.30 alle 19.00 presso l'auditorium del Liceo Scientifico "L. da Vinci" di Bisceglie

 

 

 

 

 

CORSO DI AGGIORNAMENTO DEI DOCENTI DI RELIGIONE CATTOLICA
DELL’ARCIDIOCESI DI TRANI-BARLETTA-BISCEGLIE
“VALORE E IDENTITA’
DELL’INSEGNANTE DI RELIGIONE CATTOLICA”
RELATORI:
Dott.ssa LUCREZIA STELLACCI
Presidente regionale UCIIM Puglia e Formatrice Nazionale
Prof.ssa PASQUALINA Pierro
Formatrice esperta di sistemi scolastici
Mercoledì 25 maggio, dalle 16.30 alle 19.00
presso l’auditorium del Liceo Scientifico “L. da Vinci” di Bisceglie

SALUTO AUGURALE AL MONDO DELLA SCUOLA A.S. 2021/2022

Auguri inizio anno 2021-22

SALUTO AUGURALE AL MONDO DELLA SCUOLA
Carissimi, dirigenti scolastici e docenti, personale tecnico, amministrativo e ausiliario,
alunni e genitori, il nuovo anno scolastico 2021-2022 riprende il cammino di formazione personale e culturale.
Sentiamo, quanto mai la necessità, di incontrare “in presenza” i nostri bambini e ragazzi, i nostri colleghi e amici, dopo un anno trascorso, nella maggior parte dei casi, di fronte a uno schermo piatto e, a volte, senza emozioni. La didattica in presenza, che mi auguro vi accompagni  per tutto l’anno scolastico, dipenderà dall’attenzione che ognuno avrà nel contrastare l’ancora presente virus. Se da una parte il tanto discusso vaccino ci rassicura, dall’altra siamo invitati a non abbassare la guardia e non dirci “usciti” dall’emergenza sanitaria.
Quest’anno l’intera Chiesa Diocesana, in tutte le sue esperienze formative e spirituali, sarà chiamata a vivere due temi molto belli e affascinanti. In continuità con gli orientamenti pastorali, che l’anno scorso ci ha fatto riflettere sul tema della povertà, quest’anno saremo chiamati a volgere l’attenzione alle famiglie e ai giovani. Sappiamo bene come la prima cellula di educazione e di evangelizzazione sia proprio la famiglia, fucina di formazione alla vita quotidiana nel rispetto
dell’altro e della società. Partendo dalla famiglia saremo chiamati a spronare i giovani a non lasciarsi invadere dalla noia e dalla passività (durante questi mesi scorsi abbiamo vissuto, a causa del virus, “l’appiattimento delle relazioni”), ma ad essere sempre sentinelle che guardano la realtà con l’occhio vigile e attento ai bisogni dell’altro. Sì, la sentinella, nel suo compito di vigilare, deve pensare al bene che lo circonda per poter evitare il peggio. Ed è l’immagine della sentinella che ci
apre al secondo tema che accompagnerà la nostra vita ecclesiale a servizio del mondo: lo stare insieme, il camminare insieme, in altre parole vivere la sinodalità: tema del prossimo Sinodo dei Vescovi indetto da Papa Francesco per l’anno 2023. La sinodalità dovrebbe essere lo stile di vita di ogni persona umana, non soltanto della Chiesa, nella consapevolezza che non possiamo vivere da soli, ma dobbiamo camminare sempre con e per i nostri fratelli e sorelle.
Mi auguro che, come è accaduto nell’anno appena concluso, possiamo camminare insieme, Chiesa e Scuola e famiglie, in un rapporto di fiducia reciproca per il bene dei nostri figli.
Vi auguro, unitamente al Direttore dell’Ufficio Scuola Diocesano don Nicola Grosso, un felice anno scolastico, pieno di serenità e di soddisfazione.
Mi dichiaro, come sempre, disponibile ad incontrarvi sul campo di lavoro per stabilire con voi un dialogo fraterno e sincero.

+ Mons. Leonardo D’Ascenzo
Arcivescovo

La scuola d’estate.

Piano Estate, arrivate 5.888 candidature per ottenere i fondi PON. Lingue, Stem, Digitale: ecco i moduli più richiesti. Il Ministro Bianchi: “Dalle scuole una partecipazione importante. C’è voglia di ripartire, mettendo i ragazzi al centro”

Lunedì, 24 maggio 2021

 

Grande interesse da parte delle scuole per il Piano Estate, lanciato lo scorso 27 aprile dal Ministro Patrizio Bianchi. Sono 5.888 infatti le candidature arrivate al Ministero dell’Istruzione per ottenere i fondi PON (fondi europei), che rappresentano una delle fonti di finanziamento messe a disposizione per la realizzazione delle attività. In particolare, hanno fatto domanda per ricevere i fondi 5.162 scuole statali (sulle 8.054 presenti nel Paese), 667 paritarie (potevano aderire quelle che svolgono il servizio con modalità non commerciali), 59 Centri di Istruzione per gli adulti (che in tutto il Paese sono 129).

Un segnale di attenzione da parte delle scuole, che hanno fatto richiesta per oltre 400 milioni sui 320 disponibili. Nelle prossime ore sarà pubblicata la graduatoria complessiva delle candidature pervenute e positivamente valutate, in base ai criteri del bando. La prossima settimana sarà, invece, pubblicata l’assegnazione delle risorse alle scuole ammesse allo stanziamento PON, che rappresenta solo una parte delle risorse (510 milioni in tutto) stanziate per il Piano Estate: nei giorni scorsi ciascun Istituto scolastico ha ricevuto una parte, 18mila euro in media, delle risorse del primo decreto sostegni per attivare iniziative estive. Si tratta, in tutto, di 150 milioni assegnati a livello nazionale (in allegato la tabella con la quantificazione regionale). Terminano poi domani le domande per ulteriori 40 milioni destinati ad aree ad alta dispersione scolastica o caratterizzate da povertà educative.

“Da parte delle scuole c’è stata una partecipazione davvero importante – sottolinea il Ministro Patrizio Bianchi -. C’è voglia di ripartire e c’è voglia di farlo mettendo al centro le ragazze e i ragazzi. I fondi europei che abbiamo messo a disposizione in particolare per le aree più fragili del Paese possono essere utilizzati nei prossimi mesi per recuperare la socialità persa a causa dell’emergenza sanitaria, per potenziare competenze, per cominciare a costruire un ponte verso il prossimo anno. Stiamo lavorando intensamente per una scuola post-pandemia, più accogliente, inclusiva, affettuosa. Lavoriamo per un nuovo inizio. E ringrazio tutte le scuole, il personale, per l’impegno che stanno mettendo anche in questo nuovo capitolo”.

In particolare, con riferimento al bando PON, le scuole hanno inviato progetti per attivare soprattutto moduli di potenziamento linguistico, di rafforzamento delle competenze di base, soprattutto in Italiano e nelle materie cosiddette STEM (materie scientifiche), moduli sul digitale.

Il Ministero sta accompagnando le scuole con appositi strumenti di supporto, dai webinar all’help desk. È stata inoltre predisposta una pagina web sempre aggiornata con le notizie, i materiali, la documentazione relativi al Piano Estate.